International Journal of Psychoanalysis and Education

International Journal of Psychoanalysis and Education (IJPE) è una rivista open access peer-reviewed semestrale, che pubblica sia ricerche empiriche che articoli teorici e di rassegna nei campi delle Scienze Umane dal punto di vista della Psicologia Dinamica. Pertanto, spazio specifico, nei suoi scopi primari, è dedicato alla Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione, alla Pedagogia Generale e Speciale e alla Didattica, alla Psicologia Sociale, alla Sociologia e all'Antropologia; l'attenzione particolare è anche per i relativi contesti sociali, economici, politici e culturali, per cui sono ben accetti contributi che riguardino a tali tematiche.

Nell'offrire uno spazio di scambio tra la Psicologia e le altre Scienze Umane, auspichiamo un reciproco paritario arricchimento attraverso l'armonizzazione dei vari punti di vista. Infatti il "paradigma della complessità" c'invita ad effettuare progressi, nella ricerca e nella pratica educativa e clinica, attraverso una visione sistemica, nel rispetto delle singole peculiarità; coltiviamo così la speranza che gli articoli pubblicati favoriscano riflessioni per nuove progettualità da tradurre in interventi concreti.

 

Editoriale di presentazione

Nella nostra avventura editoriale cercheremo di condividere idee ed esperienze utili nello svolgimento di quelle che Freud definiva le "tre professioni impossibili: curare, educare, governare". Personalmente credo che non siano così impossibili, se solo ci poniamo da un punto di vista che ci conduca a cogliere: che "l'educazione è un arte...[seppur] particolarmente difficile" (J. Maritain); che "la psicoanalisi è essenzialmente una cura attaverso l'amore" (Freud, 1906, Lettera a Jung); e, da ultimo, che "nel trascurare i risultati della ricerca e pratica della psicoanalisi paghiamo il prezzo di restare come siamo: giocattoli nelle mani dell’economia, della politica, del destino” (Winnicott).

Pronti a salpare in tale sorta di platonica "seconda navigazione" (cfr. "Mito della Caverna", De Repubblica) lasciandoci animare da "Speranza, la quale ha due bellissimi figli: Sdegno, per le cose che accadono; e Coraggio, per cambiarle" (Agostino).

Buona ricerca, buona lettura e...buona navigazione: Filippo Pergola [Editor in Chief]